UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA


Servizio Prevenzione e Protezione

 

Home

Struttura organizzativa per la sicurezza e la salute in Ateneo

Riferimenti legislativi

Regolamenti e disposizioni interne

Norme di buona tecnica

Piani di emergenza

Formazione Informazione

Modulistica

Segnaletica

Link ad altri siti

Informazioni per la sicurezza e la prevenzione

LE FUNZIONI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE 

Il Servizio Prevenzione e Protezione, previsto dall’art. 31 del D.Lgs 81/2008, è costituito da:

Essi sono designati come previsto dall’art. 17 e dall’art. 31 del D.Lgs. 81/2008 sentita, fra l’altro, la preventiva consultazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza;, pertanto:

L’organizzazione interna del Servizio di Prevenzione e Protezione è oggetto di un apposito Regolamento interno che, su proposta del Responsabile, consultati i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, verrà emesso dal Rettore separatamente dal Regolamento dell'Università degli Studi di Parma per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro.

I compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione sono quelli di cui all’art. 33 del D.Lgs 81/2008 ed eventuali altri previsti nel Regolamento di cui al punto precedente.

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione può proporre al Rettore di emanare normative interne di esecuzione, regolamenti specifici, procedure o altri provvedimenti riguardanti la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro.

Il Servizio di Prevenzione e Protezione “è utilizzato dal Datore di lavoro” (art. 33 D.Lgs. 81/2008); opera in e con la collaborazione dei Responsabili delle Unità produttive e degli Incaricati per l’Unità dell’attuazione della prevenzione e della protezione.

Il Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi professionali provvede (art. 33 D.Lgs. 81/2008):
a) all'individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all'individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell'organizzazione aziendale;
b) ad elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive e i sistemi di cui all'art. 28, comma 2 e i sistemi di controllo di tali misure;
c) ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
d) a proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
e) a partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e di sicurezza, nonché alla riunione periodica di cui all’art. 35;
f) a fornire ai lavoratori le informazioni di cui all'art. 36.

Il datore di lavoro fornisce al Servizio Prevenzione e Protezione informazioni in merito a (art. 18 D.Lgs. 81/2008):
a) la natura dei rischi;
b) l'organizzazione del lavoro, la programmazione e l'attuazione delle misure preventive e protettive;
c) la descrizione degli impianti e dei processi produttivi;
d) i dati di cui al comma 1, lettera r) dell’art. 18 e quelli relativi alle malattie professionali;
e) i provvedimenti adottati dagli organi di vigilanza.

Con Decreto Rettorale n° 325 del 20 aprile 2009, con il quale è stata riorganizzata tutta la struttura organizzativa d'Ateneo, il Servizio Prevenzione e Protezione è stato articolato in due Unità Operative:

-    Unità Operativa Gestione Prevenzione e Protezione

-    Unità Operativa Sicurezza Apparecchiature e Impianti

 

Ai fini dell’ordinanza di cui sopra la denominazione di Servizio e di Unità Operative equivalgono rispettivamente a quella di Settore e di Servizio.

Le competenze del suddetto Servizio Prevenzione e Protezione, oltre a quelle previste dal D.Lgs. 81/2008, sono quelle riportate di seguito.

Il Servizio Prevenzione e Protezione, caratterizzato da attività trasversali, è deputato al coordinamento delle attività di studio ed applicazione delle normative concernenti i programmi di prevenzione e protezione degli ambienti di lavoro. Effettua la valutazione dei rischi, l'elaborazione delle misure preventive e protettive e la stesura del programma di attuazione degli interventi di miglioramento in stretta collaborazione con le altre strutture della Direzione Amministrativa.

 

Collabora per fornire le informazioni relative alla sicurezza e per proporre adeguati programmi di formazione e informazione ai lavoratori e comunque mantenere aggiornata la conoscenza generale delle problematiche esistenti nelle varie strutture e inerenti la sicurezza e la salute.

Il Servizio svolge in modo precipuo i compiti previsti per il Servizio Prevenzione e Protezione ai sensi dell’art. 33 del D.Lgs. 81/2008.

 

Partecipa alle consultazioni in materia della tutela della salute e di sicurezza (Riunione periodica) e predispone la documentazione necessaria per l'aggiornamento conoscitivo delle situazioni, mantenendo i rapporti con i RLS per quanto di competenza.

 

Collabora per fornire alle imprese appaltatrici e ai lavoratori autonomi informazioni sui rischi specifici esistenti nell'ambiente in cui sono destinati ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività.

 

Collabora con il Settore Tecnico per la progettazione e la realizzazione di nuove strutture e impianti e per la messa a norma di edifici esistenti.

 

All’Unità Operativa Gestione Prevenzione e Protezione sono attribuite le seguenti competenze:

a.     valutazione dei rischi, individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità negli ambienti di lavoro ed assistenza per l’applicazione del Regolamento della Sicurezza;

b.     rilevamento ed aggiornamento della mappa dei rischi, dei piani di sicurezza e protezione, stesura del documento di valutazione dei rischi ed ottemperanza a tutto quanto disposto dagli artt. 28-29-30-31-32-33 del D.Lgs. 81/2008;

c.      collaborazione con il Settore Tecnico nella fase di progettazione, per la verifica dell’adeguamento alla normativa vigente degli ambienti di lavoro;

d.     individuazione e proposizione dei corsi di formazione ed informazione dei lavoratori in ambito di prevenzione e protezione dai rischi professionali, in accordo con il Settore Formazione e Servizi al Personale;

e.     istruttoria e definizione di ogni altra pratica affidata dal Capo Servizio o dal Dirigente d’Area.

 

All’Unità Operativa Sicurezza Apparecchiature e Impianti sono attribuite le seguenti competenze:

a.      valutazione dei rischi per gli aspetti impiantistici inerenti apparecchiature e locali tecnici;

b.      collaborazione alla stesura di procedure di sicurezza per le varie attività organizzative;

c.      collaborazione con il Settore Tecnico nella progettazione e nella verifica degli impianti per quanto è inerente la sicurezza, nonché per l’installazione di nuove dotazioni di sicurezza;

d.      collaborazione per gli adempimenti di legge per l'installazione e l'esercizio di apparecchiature;

e.      collabora alla realizzazione e all'aggiornamento del registro delle apparecchiature e degli impianti soggetti a regime autorizzatorio e/o di verifica;

f.        istruttoria e definizione di ogni altra pratica affidata dal Capo Servizio o dal Dirigente d’Area.