16 – 26 agosto: chiuse le strutture dell’Università

Parma, 28 luglio 2022 - L’Università di Parma comunica che da martedì 16 agosto a venerdì 26 agosto l’Ateneo resterà chiuso al pubblico, con l’eccezione delle strutture con obbligo di apertura istituzionale, cioè quelle di assistenza ospedaliera.

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 29 agosto.

Per le chiusure dei Dipartimenti, che possono differire da quelle generali di Ateneo, si rimanda ai siti web dei Dipartimenti stessi.

Il Welcome Point Matricole, il punto estivo di informazione e accoglienza attivo al ParmaUniverCity Info Point nel sottopasso del Ponte Romano, sarà invece chiuso nella sola settimana di Ferragosto, riaprendo poi regolarmente lunedì 22 agosto con i consueti orari:

  • da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18
  • sabato dalle 10 alle 13

 

Ripresa delle attività lunedì 29 agosto. Per il Welcome Point Matricole chiusura nella sola settimana di Ferragosto

 

luke-dean-weymark-o_rKNRoNz8s-unsplash.jpg Welcome Point open from August, 22nd Off Sidebar 16th-26th August: University premises closed Chiusura estiva 2022 Hide

Professional Master Programmes

Continue your professional training and updates with First- and Second-level Professional Master Programmes

R61_3348.jpg Hide

Abbonamenti bus: dall'Ateneo contributi a studenti e studentesse e possibilità di rateizzazione dei pagamenti

Parma, 11 agosto 2022 – Contributi a studentesse e studenti per gli abbonamenti annuali al trasporto pubblico locale e possibilità di rateizzazione dei pagamenti. Sono i due cardini dell’iniziativa sugli abbonamenti bus che l’Università di Parma, con il contributo di Crédit Agricole Italia e in collaborazione con TEP, propone sulla base di quella già varata lo scorso anno, nell’ottica di favorire la mobilità sostenibile.

L’idea resta quella di incentivare forme di mobilità alternative all’uso dell’auto, per un minore impatto ambientale e nel rispetto degli obiettivi di riduzione dei consumi energetici, dei costi ambientali, sociali ed economici e di diminuzione dell’inquinamento.

Studenti e studentesse regolari (cioè non fuori corso) dell’Ateneo potranno fruire di un importante sostegno nella sottoscrizione degli abbonamenti annuali urbani e interurbani (cioè con origine o destinazione Parma e validi anche in area urbana): 35 euro il risparmio effettivo sulle tariffe normali per gli abbonamenti urbani (che anziché 155 euro costano a studenti e studentesse 120 euro), mentre per gli interurbani il risparmio è in genere del 36% e può arrivare a un massimo di 253 euro (per l’abbonamento che copre 10 zone).

Per accedere al contributo occorrerà attivare o avere già attivato la propria Student Card Unipr come CartaConto Università di Parma, e utilizzarla per il pagamento.

Novità importante di quest’anno è la rateizzazione dei pagamenti: studenti e studentesse beneficiari dei contributi potranno rateizzare il pagamento dell’abbonamento e corrisponderlo in due tranches, la prima a TEP alla sottoscrizione dell’abbonamento e la seconda all’Ateneo in concomitanza con il pagamento della rata delle tasse di aprile 2023.

Fondamentale, per poter beneficiare delle agevolazioni, è essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie. In caso di mancato pagamento delle rate delle tasse successive alla prima, l’abbonamento sarà sospeso senza possibilità di riattivazione.

«Crediamo molto in quest’iniziativa, che abbiamo voluto riproporre ampliandola ulteriormente. Si tratta di un’azione importante – spiega il Rettore Paolo Andrei  – per affiancare sempre più gli studenti e le studentesse nelle loro attività accademiche e nella vita quotidiana. La scontistica sugli abbonamenti urbani e interurbani, ulteriormente potenziata sulle tratte interurbane, consente loro risparmi rilevanti, e la possibilità di rateizzare il pagamento è un altro aiuto significativo. Ci fa molto piacere avere ancora accanto partner qualificati come Crédit Agricole Italia e TEP, che ringrazio per l’attenzione dimostrata».

«Mai come in questo momento i giovani e le loro scelte si rivelano determinanti per promuovere comportamenti virtuosi in ambiti cruciali come innovazione e sostenibilità. Incentivare una mobilità sempre più responsabile e rispettosa dell’ambiente è uno degli obiettivi di Crédit Agricole Italia, che opera a favore di un'economia a basse emissioni di carbonio. Siamo pertanto lieti di aver contribuito a realizzare questa iniziativa in collaborazione con Università di Parma e TEP, due realtà fondamentali per il territorio e per tutta la comunità», dichiara Vittorio Ratto, Vice Direttore Generale Retail e Digital di Crédit Agricole Italia.

«L’iniziativa – osserva il Presidente di TEP Roberto Prada - fa parte di una serie di provvedimenti adottati in questi anni per favorire la mobilità degli iscritti all’Università. Auspico che tanti ragazzi che studiano a Parma colgano l’opportunità offerta da questa agevolazione per prediligere l’autobus per i propri spostamenti. Questo incentivo, insieme all’introduzione di mezzi di nuova generazione, all’aumento della capienza e della frequenza dei collegamenti per il Campus migliorano la qualità e la convenienza della mobilità per gli studenti e, in definitiva, la qualità della vita per tutta la città, traducendosi nel concreto in una riduzione del numero di auto in circolazione».
 

COME BENEFICIARE DEL CONTRIBUTO

La promozione è valida fino al 15 novembre 2022.

Per usufruire del contributo basterà presentare il voucher ad hoc creato dall’Università di Parma (scaricabile dal portale studenti Esse3 dal 31 agosto per gli aventi diritto) e la card MiMuovo (o una fototessera per chi ancora non l’ha), attivare la propria Student Card – CartaConto Università di Parma (in una filiale Crédit Agricole Italia oppure online) e utilizzarla per il pagamento.

Sarà possibile acquistare gli abbonamenti in diversi punti TEP sul territorio:

- nelle biglietterie TEP di piazzale Barbieri oppure allo sportello TEP Cicletteria accanto alla stazione ferroviaria di Parma (info e orari di apertura: https://www.tep.pr.it/azienda/contatti/tep/)

- nello sportello temporaneo aperto nella sede TEP presso la Sala Righi in via Baganza 9/a (info e orari di apertura: https://www.tep.pr.it/azienda/contatti/tep/)

- nelle tappe del “Punto mobile TEP” nei comuni della provincia di Parma dal 31 agosto al 17 settembre (quindi a partire dalla tappa di Traversetolo; calendario disponibile alla pagina https://www.tep.pr.it/news/riparte-il-punto-mobile-tep-tutte-le-date-2/)

- al “Punto mobile TEP” al Campus Scienze e Tecnologie, capolinea Ingegneria, dal 28 settembre all’11 ottobre, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.

Chi non ha la card MiMuovo può richiederla dal 31 agosto al costo di € 5 su https://cardmimuovo.tep.pr.it/ selezionando l’abbonamento desiderato. La card MiMuovo potrà essere ritirata dopo 7 giorni all’agenzia 14 di Crédit Agricole Italia di via Langhirano 51, dove si può direttamente attivare la Student Card.  Una volta ritirata la card MiMuovo, sarà sufficiente ricaricarla on line su www.tep.pr.it o nelle biglietterie TEP, utilizzando la Student Card.

Per chi ha un reddito non superiore ai 35mila euro, il costo dell’abbonamento può essere ridotto di ulteriori 60 euro grazie al bonus trasporti previsto dal Decreto Aiuti, da richiedere dal mese di settembre sul sito www.bonustrasporti.lavoro.gov.it. Sarà possibile spendere il buono presentandosi di persona in uno qualsiasi degli sportelli TEP indicati (biglietterie e Punto mobile) entro un mese dalla richiesta.

Si amplia l’iniziativa promossa con Crédit Agricole Italia e in collaborazione con TEP

A further initiative promoted by the University with Crédit Agricole Italia and TEP Off Sidebar Bus passes: contributions to students and possibility to pay in instalments Agevolazioni abbonamenti bus Hide

Privacy and data protection

Privacy and GDPR in the University

This section is constantly updated and is created to meet the needs of the GDPR and therefore to implement the European and Italian legislation on the protection of personal data.

The University of Parma daily manages thousands of personal data of students, professors and technical administrative staff, as well as of all visitors to our offices or of the www.unipr.it website.

To ensure maximum transparency on how to manage personal data, the University dedicates this page to inform its users on the internal regulations implementing the 2016/679 European Regulation on the protection of personal data and the Code on protection of personal data (better known as Privacy Code) and on the rights of interested parties (people data refer to).

 

CONTACT INFORMATION

DATA PROCESSOR
The Data Processor is the University of Parma, with headquarters in via Università 12, 43121 Parma, Italia,
Phone number: +39 0521 902111
Email: protocollo@unipr.it
PEC: protocollo@pec.unipr.it

To contact the Data Protection Officer, please write to: 
Email: dpo@unipr.it
PEC: dpo@pec.unipr.it

Privacy Hide

L’Università di Parma quarto ateneo statale per retribuzione dei laureati

Parma, 5 agosto 2022 – L’Università di Parma si colloca al quarto posto tra gli Atenei statali italiani per la retribuzione media dei laureati nel primo decennio dal conseguimento del titolo. È il responso dell’University Report 2022 realizzato dall’Osservatorio JobPricing in collaborazione con Spring Professional, che prende in considerazione 40 atenei italiani: per i laureati dell’Università di Parma la retribuzione media è di 30.955 euro, il 2,6% in più della media nazionale.

La classifica è guidata da un’Università privata, la Bocconi, seguita dal Politecnico di Milano, primo Ateneo statale nel ranking, e dalla LUISS. L’Università di Parma è al settimo posto assoluto, tra Atenei pubblici e privati.

Per l’Università di Parma sesto posto assoluto (e quinto tra gli statali) nel ranking relativo agli anni che servono ai laureati per ripagare il proprio corso di studi. Sulla base dell’University Payback Index, che esprime il numero di anni necessari per “recuperare”, in media, l’investimento in istruzione sostenuto nel corso della carriera universitaria, Parma fa registrare 14,8 anni per gli studenti e le studentesse in sede e 17,1 anni per i fuori sede, in una classifica il cui podio è composto dal Politecnico di Milano, dal Politecnico di Torino e dalla Bocconi.

 

I dati dell’University Report 2022 realizzato dall’Osservatorio JobPricing. Parma al settimo posto assoluto, con retribuzione al +2,6% rispetto alla media nazionale

Data from the 2022 University Report produced by the JobPricing Observatory Off Sidebar Parma is the fourth state university in terms of salary for graduates University Report Hide

PNRR: successo dell’Università di Parma nel bando “Partenariati Estesi”

Parma, 5 agosto 2022 – Buone notizie per l’Università di Parma dalla valutazione dei progetti di Partenariati Estesi PNRR. Gli esiti della valutazione, resi noti dal Ministero dell’Università e della Ricerca, parlano di tre progetti che coinvolgono l’Ateneo selezionati per la fase 2 del bando, che prelude alla concessione del finanziamento.

Si tratta di progetti realizzati da ampie partnership di Università, enti/centri di ricerca, organizzazioni e imprese, del tutto in linea la missione stessa dei Partenariati Estesi, che mirano a creare progetti di ricerca di base per rafforzare le filiere della ricerca a livello nazionale e promuovere la loro partecipazione alle catene di valore strategiche europee e globali.

Per ciascuna delle 14 tematiche individuate dal Ministero è stato selezionato un solo progetto fra quelli presentati. I tre che coinvolgono l’Università di Parma sono stati selezionati per le tematiche “Modelli per un’alimentazione sostenibile”, “Neuroscienze e neurofarmacologia” e “Scienze e Tecnologie Quantistiche”, ambiti senz’altro di eccellenza per la ricerca di Ateneo. In uno, sul food, l’Università di Parma è soggetto coordinatore nazionale (hub), negli altri due ha un fondamentale ruolo di organizzazione e coordinamento su specifiche attività di ricerca.

L’Università di Parma è soggetto proponente a livello nazionale di ONFOODS (Research and innovation network on food and nutrition Sustainability, Safety and Security), progetto che spazia dalla Food Safety alla Food Security e al rapporto tra alimentazione e salute umana, sempre con la sostenibilità come filo rosso. Il coordinamento da parte dell’Università di Parma conferma la centralità di Parma nel settore alimentare e garantisce un ulteriore passo verso l’accreditamento di centro di riferimento internazionale, insieme al Food Project, alla Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione e al progetto regionale Food-ER, “l’università internazionale dell’agroalimentare” di cui Unipr è capofila.

L’Ateneo è invece spoke sulla tematica “Neurosviluppo, interazioni e cognizione sociale” nel progetto MNESYS (A multiscale integrated approach to the study of the nervous system in health and disease), coordinato dall’Università di Genova, dedicato allo studio del funzionamento e delle malattie del cervello, da quelle neurologiche a quelle psichiatriche, dal livello genetico e molecolare fino a quello di popolazione. In quest’ambito l’Università di Parma ha acquisito negli ultimi 30 anni un ruolo centrale nel panorama mondiale della ricerca sul sistema motorio e la cognizione sociale, con numerosi riconoscimenti internazionali.

L’Università di Parma è inoltre partner nel progetto National Quantum Science and Technology Institute, guidato dall’Università di Camerino. Le Scienze e tecnologie quantistiche sono strategiche per il nostro paese e il progetto mira a potenziare la ricerca italiana in materia e a creare forti sinergie in grado di rendere l’Italia uno dei leader del settore. L’Università di Parma lavora su questi temi da quasi vent’anni e ha avuto un ruolo d’avanguardia nello sviluppo di nanomagneti molecolari per le tecnologie quantistiche, estendendo negli anni anche ad altri ambiti le attività sulle Scienze e tecnologie quantistiche. Ha anche contribuito massivamente alla definizione delle linee di sviluppo nazionale del Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2021-2027 su questa tematica d’avanguardia.

3 progetti selezionati per la seconda fase, nelle tematiche “Modelli per un’alimentazione sostenibile”, “Neuroscienze e neurofarmacologia” e “Scienze e tecnologie quantistiche”. L’Ateneo coordinatore nazionale del progetto sul food

3 selected projects, University of Parma national coordinator of the food project Off Sidebar PNRR: Unipr success in the "Extended Partnerships" call PNRR Hide

In Repubblica Ceca per l’UniPR Racing Team la prima top ten all’estero

Parma, 3 agosto 2022 – Per l’UniPR Racing Team, la “squadra corse” dell’Università di Parma, ottimi riscontri dalla stagione di gara 2022 di Formula Student. Il Team ha partecipato alle competizioni internazionali di Formula Student Netherlands e Formula Student Czech Republic, al TT Circuit di Assen (Paesi Bassi) e all'autodromo di Most (Repubblica Ceca), e dalla doppia trasferta è tornato con un risultato da incorniciare: la prima top ten all’estero della sua storia.

“L’Unipr Racing Team è davvero un fiore all’occhiello per la nostra Università – commenta il Rettore Paolo Andrei  -. Il fatto che l’intera organizzazione sia affidata a studentesse e studenti, che con il supporto dei docenti e dei gruppi di ricerca universitari devono affrontare tutte le difficoltà legate alla realizzazione del progetto, costituisce un valore aggiunto enorme, sia in chiave tecnica e di apprendimenti, in un’ottica relazionale e sotto il profilo del lavoro di squadra. Già lo scorso anno i risultati erano stati ottimi, ora sono a dir poco straordinari.  
Ai ragazzi e alle ragazze del Team, di cui siamo molto orgogliosi, vanno i più sentititi complimenti e ringraziamenti miei e di tutto l’Ateneo, e un grande in bocca al lupo per i prossimi appuntamenti”.
 

Al Formula Student Netherlands, terzo per competitività del circuito Formula Student, l’UniPR Racing Team si è piazzato al 14° posto nella classifica generale della categoria elettrica.
La prima parte di gara è stata dedicata alle prove statiche: apprezzati l'idea di Business (un’academy per piloti), il livello di dettaglio del Business Plan e il modo in cui è stato presentato ai giudici; valutata positivamente, nella prova del Cost & Manufacturing, l’accuratezza dell'analisi dei costi di realizzazione della vettura; nell’Engineering Design ben valutate, nonostante l’elevato livello della competizione, le soluzioni alternative e all’avanguardia presenti sulla vettura, che hanno permesso al Team di guadagnare punti.

Sono poi state superate con successo tutte le ispezioni tecniche, che comprendono un controllo completo della rules compliance della batteria, della parte elettrica e della parte meccanica della vettura, a dimostrazione della qualità del progetto e dell'ottima realizzazione della nuova PSR 02-S.
Nonostante lo straordinario impegno, le strette tempistiche non hanno permesso di partecipare agli eventi dinamici di Skidpad, Autocross e Acceleration. Nell'ultimo giorno di gara il Team è riuscito a prendere parte alla prova di Endurance, dove la monoposto ha espresso un ottimo potenziale arrivando in scioltezza al cambio pilota di metà prova. Dopo la sosta però, al 13° giro, purtroppo un problema elettronico ha costretto al ritiro.

A soli quattro giorni dalla gara nei Paesi Bassi l'UniPR Racing Team ha partecipato alla competizione successiva in Repubblica Ceca, dove si è classificato 8°: appunto prima top ten estera della sua storia.
Ancora una volta le prove statiche sono state decisamente soddisfacenti, permettendo di ottenere ottimi punteggi.
Per quanto riguarda le ispezioni tecniche (che da quest’anno l’organizzazione ha voluto più severe per alzare il livello di competitività) quello dell’Università di Parma è stato tra i pochissimi team a superarle tutte, dimostrando la qualità del lavoro svolto durante tutto l'anno e accedendo di diritto alle prove dinamiche. Dopo aver ottenuto un 4° posto nella prova di Acceleration e un 6° posto nello Skidpad, sfortunatamente la monoposto ha accusato problemi elettronici che non hanno permesso di sostenere la prova di Autocross; gli stessi problemi si sono poi ripresentati nella prova di Endurance, in cui la vettura è scesa in pista ma non è riuscita ad arrivare al traguardo.

Il Team è rientrato dalla trasferta con tanti nuovi stimoli e obiettivi per la prossima stagione, con la consapevolezza di aver portato in pista una monoposto sicuramente competitiva che può migliorare ancora di più.

La prima nella storia del team. Ottima prestazione anche nella gara di Formula Student Netherlands, con il 14° posto

Excellent results in the 2022 season Off Sidebar In the Czech Republic for the UniPR Racing Team the first top ten abroad Foto di gruppo Hide

Pubblicato il bando per i Master dell'Università di Parma per l'a.a. 2022-23

Parma, 2 agosto 2022 – È stato pubblicato sul sito web di Ateneo il bando per i corsi di Master universitario di I e II livello dell’Università di Parma per l’anno accademico 2022-23. Gli obiettivi formativi dei corsi, i posti disponibili, i requisiti di ammissione, le modalità, le date di chiusura delle iscrizioni, i criteri di selezione e valutazione dei candidati, ai fini della formazione delle graduatorie, sono indicati nelle schede dei singoli Master che costituiscono parte integrante del bando.

L’apertura delle iscrizioni online sarà, per tutti i Master, martedì 6 settembre alle 12.

L’offerta formativa di Ateneo comprende 22 Master di I livello e 16 Master di II livello.

Master di I livello:

-ABA (Analisi del Comportamento Applicata) : strategie evidence based nelle professioni educative, sanitarie e sociali
− Case/Care management in ospedale e sul territorio per le professioni sanitarie
− Comunicazione digitale, mobile e social
− Comunicazione scientifica
− Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie
− Gestione e conservazione dell’ambiente e della fauna – Master Interateneo con le Università degli Studi dell'Insubria, di Pavia, di Sassari e il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano
− Infermieristica di famiglia e di comunità e assistenza integrata per la salute collettiva
− Infermieristica in area critica
− Intelligenza artificiale e telemedicina
− Istruzione e riabilitazione negli equidi cognitivo zooantropologica
− Management dei finanziamenti europei per la Pubblica Amministrazione
− Management del rischio infettivo correlato all’assistenza sanitaria
− Management per le funzioni di coordinamento nell’area delle professioni sanitarie
− Nursing degli accessi vascolari a medio e lungo termine
− Packaging
− Profumi e cosmetici
− Retail and brand management - digital edition
− Riabilitazione delle disfunzioni del pavimento pelvico
− Ricerca per le professioni sanitarie: l’approccio qualitativo
− Sport e inclusione – gestione e innovazione nella disabilità
− Traduzione audiovisiva
− Traduzione specialistica (inglese/italiano)

Master di II livello:

- ABA (Analisi del Comportamento Applicata): strumenti e strategie evidence based per l’apprendimento nel ciclo di vita
− Acquisti sanitari pubblici
− Cellule staminali ematopoietiche e medicina rigenerativa
− Cure palliative
− Emergenza veterinaria nelle catastrofi
− Estetica orale e periorale
− Gestione medica e patologia forense degli animali selvatici
− Governance del rischio clinico e promozione della sicurezza delle cure
− Laser in odontostomatologia – Master europeo con le Università di Liège, di Barcellona, di Wroclaw, di Timisoara e della Sapienza
− Management degli enti locali
− Management dei servizi sanitari e socio-sanitari
− Medicina termale
− Ricerca preclinica e clinica
− Rigenerazione urbana
− Strategie formative in ambito sociale e sanitario: standard europei ed innovazione
− Terapia del dolore

Per informazioni di carattere didattico si può fare riferimento alle singole schede dei corsi.

Per informazioni di carattere amministrativo occorre scrivere a master.formazionepermanente@unipr.it .

38 corsi di cui 22 di I livello e 16 di II livello. Apertura iscrizioni online il 6 settembre 2022 alle 12

22 first level and 16 second level programmes. Online enrolment opens on 6 September 2022 at noon Off Sidebar Professional Master Programmes: online now the call for the academic year 2022-2023 Unipr Hide

Dal 28 luglio aperte le iscrizioni per i Dottorati di Ricerca dell’Università di Parma

Parma, 25 luglio 2022 – È stato pubblicato il Bando di concorso per l’ammissione al XXXVIII ciclo di Dottorato di Ricerca, a questo link:  è possibile iscriversi online dalle 12 del 28 luglio alle 13 del 2 settembre 2022.

L’Università di Parma ha istituito per il XXXVIII ciclo 21 corsi di dottorato, di cui 6 in convenzione con altre università ed Enti di Ricerca. Nel complesso sono 18 i corsi di Dottorato di cui Parma è sede amministrativa.

204 sono i posti messi a bando per la sede di Parma, tutti coperti da borsa o da altra forma di sostegno equivalente. 80 borse sono finanziate interamente dall’Università di Parma con fondi ministeriali di Ateneo e dei Dipartimenti, 16 sono cofinanziate da Fondazione Cariparma, 18 sono finanziate da Enti e Aziende e da altre Università, 11 sono i posti di Dottorato industriale, 7 posti sono riservati ad assegnisti e borsisti in specifici programmi di mobilità internazionale. Nell’ambito delle risorse messe a disposizione dai progetti PNRR Missione 4 Componente 1 e 2 sono previste a bando complessivamente 72 borse: 24 per “Estensione del numero di dottorati di ricerca e dottorati innovativi per la pubblica amministrazione e il patrimonio culturale” (DM 351/2022), 36 per “Introduzione di dottorati innovativi che rispondono ai fabbisogni di innovazione delle imprese e promuovono l’assunzione dei ricercatori dalle imprese” (DM 352/2022),  4 nell’ambito del progetto “Ecosystem for Sustainable Transition in Emilia-Romagna”, 4 nell’ambito del Centro Nazionale “Tecnologie dell’Agricoltura (Agritech)” e 4 del Centro Nazionale “Mobilità sostenibile.  

Inoltre l’Università di Parma ha finanziato 8 borse destinate alle sedi convenzionate.

Per le modalità di iscrizione e le procedure di ammissione i candidati dovranno attenersi a quanto indicato nel bando e nelle schede dei singoli corsi di dottorato allegate al bando.

Corsi di Dottorato con sede amministrativa all’Università di Parma

  1. Biotecnologie e Bioscienze
  2. Economia & Management dell’Innovazione e della Sostenibilità (in convenzione con l’Università di Ferrara e l’Università Cattolica del Sacro Cuore)
  3. Fisica
  4. Ingegneria Civile e Architettura
  5. Ingegneria Industriale
  6. Medicina Molecolare
  7. Neuroscienze
  8. Psicologia
  9. Scienza e Tecnologia dei Materiali (in convenzione con il CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche)
  10. Scienze Chimiche
  11. Scienze degli Alimenti
  12. Scienze del Farmaco
  13. Scienze della Terra
  14. Scienze Filologico-Letterarie, Storico-Filosofiche e Artistiche
  15. Scienze Giuridiche (in convenzione con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
  16. Scienze Mediche e Chirurgiche Traslazionali
  17. Scienze Medico-Veterinarie
  18. Tecnologie dell’Informazione
     

Corsi di Dottorato in convenzione con sede amministrativa presso altri Atenei 

  • Automotive Engineering for Intelligent Mobility – Automotive per una Mobilità Intelligente (sede amministrativa: Bologna, consorziata con l’Università di Parma e l’Università di Modena e Reggio Emilia)
  • Biologia Evoluzionistica ed Ecologia (in convenzione con l’Università di Ferrara e l’Università di Firenze sede amministrativa)
  • Matematica (in convenzione con l’Università di Modena e Reggio Emilia e l’Università di Ferrara sede amministrativa)

 

Info: e-mail dottorati@unipr.it

18 i corsi del XXXVIII ciclo di Dottorato di Ricerca con sede amministrativa a Parma, per 204 posti complessivi, tutti coperti da borsa di studio.
Iscrizioni fino al 2 settembre alle 13

Until 2 September at 1pm Off Sidebar From July 28th the enrollments for Research Doctorates PhD Day 2022 Hide