Sabato 24 gennaio, a partire dalle ore 9.30, al Teatro al Parco, si terrà il seminario (R)esistenze quotidiane di intellettuali precari. Narrazioni contro la crisi, promosso dal corso di laurea in Servizio Sociale dell’Università di Parma e dall’AIS – Associazione Italiana di Sociologia.

La relazione di apertura, alle ore 10, sarà tenuta da Vincenza Pellegrino, ricercatrice dell’Ateneo, e Massimo Cerulo, ricercatore dell’Università di Torino. Le conclusioni, in programma per le ore 17.30, saranno a cura di Laura Balbo, sociologa e già Ministra per le Pari Opportunità.

Il seminario mette al centro dell’attenzione la condizione dei lavoratori precari di tipo “cognitivo”: il travagliato decorso di professioni intellettuali sempre più numerose e sempre meno richieste è particolarmente interessante poiché illumina molto bene il mutamento in corso. E’ infatti irreversibile la crisi del lavoro intellettuale, immateriale, più indipendente, che agisce da precario anche all’interno delle grandi istituzioni che prima collocavano stabilmente il sapere specialistico. Questo lavoro oggi è già caratterizzato da una dimensione spinta di self-employment, di auto-organizzazione dei mezzi di produzione, di (auto)colpevolizzazione (vivere come fallimento individuale quello che invece è un cambiamento o meglio un fallimento strutturale), di distanza e a volte frattura con le rappresentanze costituite, di notevole disagio economico, di crescente disuguaglianza per classe sociale di origine, e così via. In questo scenario un posto d’onore è riservato al precariato universitario.

Per informazioni:

vincenza.pellegrino@unipr.it, massimo.cerulo@unito.it

Modified on