Alma universitas studiorum parmensis A.D. 962 - Università di Parma

Event description

“Una nuova visione circolare per i rifiuti elettronici” è il titolo del seminario che si terrà il 10 aprile 2024 alle ore 15.30 presso l’aula E, al Campus, nella sede Didattica di Ingegneria.

Le tecnologie hanno offerto enormi benefici all’umanità e offrono nuove opportunità di sviluppo, innovando profondamente il modo in cui viviamo, lavoriamo, impariamo e socializziamo. Vi è però un’altra faccia della transizione digitale: i costi sempre più accessibili delle tecnologie, la crescente urbanizzazione e l’industrializzazione dei Paesi in via di sviluppo hanno determinato una crescita esponenziale dei rifiuti elettronici. 

Nel 2022, a livello globale, sono stati prodotti 62 miliardi di kg di rifiuti elettronici, definito dalle Nazioni Unite come un vero «tsunami» di rifiuti. Una massa enorme di scarti che contiene materiali tossici, come mercurio o piombo, ma anche metalli preziosi come oro, rame e nichel e materiali rari come indio e palladio. 

I rifiuti elettronici rappresentano un’enorme opportunità: con un valore di 55 miliardi di euro, equivalgono a tre volte la produzione annuale di tutte le miniere d’argento del mondo. Tuttavia, ogni anno, solo il 22% dei rifiuti elettronici del mondo viene raccolta e riciclata in modo corretto e ciò fa presumere che la restante parte sia commercializzata illegalmente e smaltita in modo dannoso per l’ambiente.

Il seminario sarà l’occasione per presentare gli ultimi dati offerti da The global e-waste monitor 2024: la più prestigiosa pubblicazione sul tema, frutto del lavoro di United Nations Institute for Training and Research (UNITAR) - Sustainable Cycles (SCYCLE) Programme insieme all’International Telecommunication Union (ITU)

L’evento vedrà come relatori Monica Cocconi, professoressa di diritto amministrativo, e Anna Pellegrini, collaboratrice dell’Osservatorio Permanente della Legalità dell’Università di Parma, che ha approfondito, nel contesto di una borsa di ricerca sul tema della criminalità ambientale, la gestione dei rifiuti elettronici.

Modalità di accesso

In presenza: Ingresso libero fino esaurimento posti
Modificato il