Parma, 7 dicembre 2022 – Giovedì 15 dicembre alle 17, nell'Aula F del Plesso D’Azeglio dell’Università di Parma, si celebrerà lo “Zamenhofa Tago”, il “Giorno di Zamenhof”, una delle ricorrenze più sentite per il mondo esperantista: la nascita del creatore della lingua, L. L. Zamenhof.

Porteranno i saluti introduttivi Massimo Soncini, editore di Athenaeum, Luciano Benoni Mazzoni, antropologo e direttore della rivista “UNI.VERSUM”, e Marco Boschi, rappresentante di “Mitridatə – Martedì interlinguistici”, un gruppo di studentesse e studenti dell’Università di Parma appassionati di interlinguistica, organizzatrici e organizzatori di attività in quest’ambito durante l’anno. Seguiranno tre riflessioni: Cos’è lo Zamenhofa Tago di Davide Astori, linguista dell'Università di Parma; En la mondon venis nova sento di Giovanni Di Stefano, laureato in Lettere all’Università di Parma, sui principali contenuti dell'inno esperantista; La Dogmoj de Homaranismo di Luca Gaglio, editore di UniNova, sul sistema valoriale sotteso a questo esperimento linguistico.

Durante la giornata, inoltre, si conferirà il riconoscimento della XIII edizione del premio “G. Canuto” per tesi di laurea in Interlinguistica ed Esperantologia ad Annamaria Marcario, dell'Università telematica "e-Campus", per la tesi Mi estas homarano. Storia dell’utopia linguistica di un medico polacco. A consegnare il premio sarà Silvana Vitali, Presidente del Rotary Club Parma Farnese per l’a.s. 2022-23, fra gli sponsor dell’iniziativa.

Modificato il