Parma, 23 settembre 2022 - Martedì 27 settembre alle 16.30 nell’aula D della Sede Didattica di Ingegneria e in modalità telematica sulla piattaforma Teams (a questo link) è in programma l’ultimo incontro del 2022 per studentesse e studenti interessati al percorso di doppio titolo (double degree) in Ingegneria gestionale (corso di laurea magistrale) con il New Jersey Institute of Technology - NJIT. All’appuntamento parteciperanno gli organizzatori, per fornire tutte le informazioni necessarie, ma anche studentesse e studenti tornati lo scorso giugno dagli Stati Uniti, per portare la loro diretta testimonianza.

In apertura i saluti istituzionali dal Direttore del Dipartimento di Ingegneria e Architettura Antonio Montepara , del docente Paolo Cova  e del Responsabile della UO Internazionalizzazione di Ateneo Alessandro Bernazzoli . A seguire la descrizione del progetto formativo (Roberto Montanari , Università di Parma), la presentazione dei supporti finanziari del progetto (Michela Barella, Crédit Agricole Italia), il piano degli studi e gli aspetti organizzativi / procedurali (Lucia Orlandini  e Simona Bertocchi , Università di Parma) e le esperienze dirette delle studentesse e degli studenti dell’anno accademico 2021-2022.

Al momento sono più di trenta le ragazze e i ragazzi che stanno iniziando i lavori per partire il prossimo gennaio 2023 e frequentare per un intero semestre l’NJIT, una tra le più prestigiose università del New Jersey, con cui l’Università di Parma collabora da vent’anni.

Solo nell’ambito degli Stati Uniti d’America, attraverso la collaborazione con l’NJIT, il Dipartimento di Ingegneria e Architettura ha attivi tre percorsi con doppia titolazione (nei corsi magistrali di Ingegneria Gestionale, Ingegneria Meccanica e Engineering for the Food Industry) e uno in fase di avvio (corso magistrale di Ingegneria Civile). Al termine del percorso accademico si ricevono due titoli di laurea magistrale: italiano e americano, legalmente riconosciuti nei rispettivi Stati. Aspetto senz’altro importante, questo, soprattutto da un punto di vista curriculare, come è dimostrato anche dal fatto che le laureate e i laureati vanno poi a ricoprire importanti ruoli in prestigiose realtà nazionali e internazionali.

LINK dell’evento

 

Modificato il