Parma, 24 novembre 2022 - È Nicola Longo, docente di Pediatria all’Università dello Utah, l’“Alumnus dell’anno” 2022 dell’Università di Parma: il suo sarà il quinto nome iscritto nell’albo d’oro del riconoscimento, istituito dall’Ateneo e dall’Associazione Alumni e Amici dell’Università di Parma per rendere omaggio a laureate e laureati che si siano particolarmente distinti con il loro percorso professionale, portando prestigio all’Università.

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Parma, dove si è formato sotto la guida di Gian Carlo Gazzola e di Valeria Dall'Asta e dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca, Nicola Longo ha poi condotto una brillante carriera professionale negli Stati Uniti. Oggi è titolare della cattedra di Pediatria e professore a contratto di Patologia, Nutrizione e Fisiologia Integrativa all'Università dello Utah a Salt Lake City. È anche Capo della Divisione di Genetica Medica, Direttore del Servizio Metabolico nel Dipartimento di Pediatria, Direttore del Programma di Formazione in Genetica Biochimica Medica e co-Direttore Medico del Laboratorio di Genetica Biochimica nei Laboratori ARUP di Salt Lake City.

L’Alumnus dell’anno 2022 sarà premiato nel 2023: la cerimonia è infatti in programma il 2 febbraio nell’Aula Magna dell’Università di Parma.

Prima di Nicola Longo hanno ricevuto il premio “Alumnus dell’anno” Pietro Beccari, allora (2018) Presidente e CEO di Christian Dior Couture, Francesca Pasinelli, Direttrice Generale della Fondazione Telethon, Stefano Albertini, Direttore della Casa Italiana Zerilli-Marimò e Professore di Italiano alla New York University, e Tommaso Ghidini, Capo della Divisione Strutture, Meccanismi e Materiali dell’Agenzia Spaziale Europea.

 

Modificato il