Parma, 26 settembre 2022 - ENEA e Sapienza Università di Roma organizzano il 4 ottobre all’Aranciera dell’Orto Botanico di Roma l’evento di lancio del progetto METROFOOD-IT, finanziato nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - PNRR.

Al progetto, coordinato da ENEA e della durata complessiva di 30 mesi, partecipano Università di Napoli Federico II, Università di Parma, Università di Siena, Sapienza Università di Roma, Università di Bari, Università del Molise e INRIM.

METROFOOD-IT si inserisce nel quadro dell’Infrastruttura di Ricerca Europea METROFOOD-RI, inserito nella Roadmap ESFRI per il dominio Health and Food. L'obiettivo generale è promuovere l'eccellenza scientifica nel campo della qualità e sicurezza alimentare promuovendo la metrologia per alimenti e nutrizione.

L’evento di lancio offrirà l’opportunità di presentare il progetto di rafforzamento della componente nazionale dell’infrastruttura di ricerca, focalizzato in particolare sulla componente elettronica e sulla sua integrazione con l’infrastruttura fisica, per la creazione di una open data platform e la fornitura di servizi a supporto della digitalizzazione del sistema agroalimentare, qualità e sicurezza alimentare, rintracciabilità di materie prime e prodotti, food transparency, economia circolare e sostenibilità.

I servizi forniti dall’infrastruttura sono rivolti a diverse categorie di utenti con possibilità di accesso a facilities fisiche (laboratori e impianti) e risorse elettroniche (app, software, modelli) e consentirà a METROFOOD-IT di agire da interfaccia tra ricerca e innovazione, attori industriali e consumatori, definendo processi e scenari per lo sviluppo di sistemi agroalimentari sostenibili e innovativi.

Nel corso dell’appuntamento, dopo i saluti istituzionali della Rettrice di Sapienza Università di Roma Antonella Polimeni e del Delegato ENEA per il PNRR Giorgio Graditi, interverranno Giorgio Rossi, Chair High-Level Expert Group on Research Infrastructure- Long-term sustainability (RI-LTS), Gianluigi Consoli, Direttore Generale - Direzione Generale dell’internazionalizzazione e della comunicazione del MUR, e Claudia Zoani, Responsabile del progetto METROFOOD-IT, ENEA. 

Seguirà il kick-off-meeting, al quale interverrà la Responsabile scientifica del progetto per l’Università di Parma Maria Careri , Professoressa ordinaria di Chimica Analitica del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale, che presenterà l’infrastruttura fisica, basata su una piattaforma di tecniche analitiche avanzate, e la sua integrazione con quella elettronica. L’infrastruttura elettronica prevede lo sviluppo di sensori smart per la progettazione di “lingue e nasi elettronici”, entrambi implementati su piattaforme elettroniche multicanale portatili progettate secondo il paradigma 'Internet of Things’ (IoT) e su algoritmi di “Intelligenza Artificiale” per fornire servizi a supporto della digitalizzazione del sistema agroalimentare. L’infrastruttura elettronica, sviluppata anche con la collaborazione del gruppo di ricerca coordinato da Ilaria De Munari, docente del Dipartimento di Ingegneria e Architettura, sarà infine funzionale allo sviluppo di una catena di controllo digitale per il monitoraggio delle performance dei processi dell'industria alimentare. Di questa attività è responsabile Sara Rainieri, Professoressa ordinaria di Fisica tecnica industriale del Dipartimento di Ingegneria e Architettura, che parteciperà all’evento con un contributo sui programmi di formazione da sviluppare in riferimento alla missione dell’infrastruttura di ricerca. In questo contesto saranno sviluppati programmi specifici coordinati e pianificati in sinergia con gli altri partner del progetto, quali Summer School, Advanced Course, Master su temi quali la Metrologia per la sicurezza e la qualità degli alimenti, la tracciabilità e la comparabilità dei dati analitici, la sostenibilità nella filiera alimentare, la sicurezza alimentare e Food Risk Management, partendo anche dai corsi già esistenti offerti dalla Scuola di Alta Formazione in Alimenti e Nutrizione, dal Master in Packaging e dal corso di Perfezionamento in Sistema di Gestione per la Qualità dei Laboratori dell'Università di Parma.

Modificato il