Parma, 24 febbraio 2014 – Venerdì 7 marzo, dalle ore 9 alle ore 13.30, presso l’Aula Congressi dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Parma (via Gramsci 14), si terrà il convegno La medicina delle differenze: diversità e disuguaglianze di genere, patrocinato, tra gli altri, anche dall’Università degli Studi di Parma.

L’incontro ha lo scopo di approfondire la medicina di genere, definita come “lo studio delle differenze tra le funzioni vitali di uomini e donne e la loro esperienza re­lativa alla stessa malattia”, che rappresenta un’opportunità reale di acquisire nuove conoscenze utili a una migliore gestione delle malattie e delle cure.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, nei processi di prevenzione e cura non è suf­ficiente considerare le differenze e le somiglianze biologiche, dal momento che le differenze nei ruoli sociali influenzano in maniera significativa la salute. La salute e la medicina di ge­nere sono obiettivi strategici per la sanità pubblica e per l’ap­propriatezza della prevenzione e della cura di tutti.

Il convegno si aprirà con uno sguardo sullo stato di salute delle donne italiane che vivono più a lungo degli uomini, ma hanno uno stato di salute peggiore. La depressione, i disturbi del sonno, i disturbi alimentari ver­ranno declinati al femminile, per evidenziarne le differenze nel­la manifestazione clinica e nella terapia.

Infine le nuove povertà accentuano ulteriormente le disugua­glianze di genere nello stato di salute e rendono necessaria l’identificazione di politiche sociali a difesa dei soggetti più vulnerabili.

Modificato il