Parma, 11 novembre 2022 – Un assegno di ricerca nel nome di Davide Alinovi, dottore magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni e poi dottore di ricerca e assegnista in Tecnologie dell’Informazione all’Università di Parma fino al 2019, mancato prematuramente nel 2020, a 32 anni.

In sua memoria l’Associazione Bambino Cardiopatico ha donato 15mila euro al Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma per cofinanziare un assegno di ricerca sul progetto Estrazione di contenuti informativi da sensori biofisiologici per applicazioni biomediche, bandito dal Dipartimento.

Il progetto verterà sullo sviluppo di innovativi sistemi di estrazione di contenuti informativi da sensori biofisiologici per applicazioni biomediche, con particolare attenzione allo sviluppo di applicativi per la diagnostica non invasiva basata sul monitoraggio di segnali biofisiologici (video, audio, inerziali, elettrici, ecc.) di pazienti.

Vincitrice dell'assegno è risultata Veronica Mattioli, laureata e dottoranda negli stessi ambiti di Davide Alinovi, entrambi parte del gruppo di ricerca di Riccardo Raheli , docente di Telecomunicazioni e supervisore del percorso accademico di Davide in tutti i suoi passaggi. La dott.ssa Mattioli era anche stata seguita direttamente da Davide Alinovi durante le sue tesi di laurea e di laurea magistrale e nella primissima fase del suo dottorato.

La presenza di Davide Alinovi in Dipartimento e nel gruppo di ricerca resta viva. In un recente articolo scientifico pubblicato su “Signal Processing” (Maximum likelihood speed estimation of moving objects in video signals) Davide è stato incluso fra gli autori (insieme appunto a Veronica Mattioli e Riccardo Raheli), proprio per testimoniare il suo contributo nelle fasi iniziali del lavoro. E lo stesso si farà per un prossimo articolo in preparazione.

 

Modificato il