L’Università, per far fronte a specifiche esigenze didattiche, può procedere ad Affidamenti Aggiuntivi a docenti di altri Atenei e, in caso di mancata risposta, stipulare contratti di insegnamento.

Le tipologie di Affidamenti sono le seguenti:

A titolo gratuito: a Professori di I e II fascia e a Ricercatori a tempo determinato;

A titolo oneroso: a Professori di I e II fascia, RtD che abbiano svolto le ore di didattica frontale (ai sensi del Regolamento) e ai Ricercatori a tempo indeterminato.

Le tipologie di Contratti sono le seguenti:

Conferimento diretto di contratti di insegnamento a titolo gratuito o oneroso per attività di insegnamento di alta qualificazione in possesso di un significativo curriculum scientifico o professionale (comma 1 Art. 23 Legge n. 240/2010) – art. 3 del Regolamento di Ateneo.

Conferimento diretto di contratti di insegnamento per specifiche esigenze didattiche, anche integrative, nell’ambito di convenzioni, con dipendenti di enti pubblici o istituzioni di ricerca – art. 4 del Regolamento di Ateneo.

Contratti di insegnamento a titolo oneroso per far fronte a specifiche esigenze didattiche, anche integrative con soggetti in possesso di adeguati requisiti scientifici e professionali (comma 2 Art. 23 Legge n. 240/2010) mediante espletamento di procedure di valutazione comparativa di cui agli artt. 6 e 7 del Regolamento di Ateneo in materia.

Contratti a docenti, studiosi o professionisti stranieri di chiara fama, al fine di favorire l’internazionalizzazione (comma 3 Art. 23 Legge n. 240/2010) – Conferimento diretto di cui all’art. 5 del Regolamento di Ateneo.

Modificato il